Warning: fopen(/homepages/41/d602608943/htdocs/app602609150/wp-content/plugins/akismet-privacy-policies/languages/akismet-privacy-policies-it_IT.mo): failed to open stream: No such file or directory in /homepages/41/d602608943/htdocs/app602609150/wp-includes/pomo/streams.php on line 145
Arte e cultura - Associazione Future Is Now

Arte e cultura

Associazione Amici del Colosseo

Art. 9 della Costituzione Repubblica Italiana

“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.”

Arte:  il massimo dell’espressività e della soggettività dell’uomo

Giampaolo Savini Liutaio

 

L’associazione FutureIsNow crede nell’importanza della valorizzazione e promozione della cultura e delle arti nel nostro paese. Motivo per cui promuoviamo mostre fotografiche, esposizioni di giovani artisti emergenti, collaborazioni con centri culturali. Annoveriamo tra i nostri soci onorari giovani artisti che hanno esposto già in grandi città italiane , e come partner  di iniziative volte a promuovere i giovani talenti, siamo fiduciosi di avvicinare nuovi giovani talenti per sostenerli nelle loro attività.

Qual è il valore che il sistema cultura genera nel nostro paese?

Questo uno dei quesiti che molti: studiosi, mecenati, economisti, e tanti altri si sono posti già da tempo.

Un valore enorme, basti pensare che l’Italia detiene  il maggior numero di siti riconosciuti dall’UNESCO  (Unesco siti Italia), quindi senza essere nazionalisti è chiaro che il paese a livello monumentale possiede delle potenzialità enormi, peccato che le risorse ad esse destinate siano sempre “contate col contagocce”. Risorse che vengono assegnate spesso d’urgenza dopo crolli di muri (Pompei), alluvioni o terremoti (Aquila) che danneggiano a volte irreparabilmente siti, monumenti , opere d’arte e quant’altro.

La nostra idea è di avvicinare l’arte ai giovani, ma perché questo sia possibile anche i giovani hanno da avvicinarsi ad essa    Nicola Rigato compositore socio FINAS

Il Ministro Franceschini ha riportato al centro dell’agenda di governo e del paese la questione dei Beni Culturali, con la riforma dei Beni culturali ha sono state introdotte novità significative per il settore, a cominciare dall’ArtBonus, che prevede la deducibilità del 65% delle donazioni devolute per il restauro di beni culturali pubblici, le biblioteche e gli archivi, gli investimenti dei teatri pubblici e delle fondazioni lirico sinfoniche, fino a arrivare alle agevolazioni fiscali per favorire la competitività del settore turistico attraverso la sua digitalizzazione e la ristrutturazione e riqualificazione delle strutture  alberghiere. Ma a livello socio-culturale la vera rivoluzione è la domenica al museo, un ‘opportunità per i cittadini di entrare a contatto gratuitamente con l’arte e la cultura del nostro paese.

Le parole del Ministro al timone del Mibact

“Grazie al positivo contributo di deputati e senatori  il decreto Cultura e Turismo è ora legge, con alcune migliorie significative al testo originale frutto del dibattito parlamentare. Finalmente anche in Italia ci sono strumenti fiscali adeguati per sostenere la cultura e rilanciare il turismo. Questa legge abbatte due barriere: quella del rapporto tra pubblico e privato e quella della separazione tra la tutela e la valorizzazione che per troppo tempo hanno monopolizzato il dibattito italiano. Adesso non ci sono più scuse: veniamo da anni di tagli, è arrivato il momento di investire”.

 

I fondi Europei Por Fesr  stanno aiutando centinaia di realtà museali e di siti a livello nazionale (ogni regione è autonoma però nella destinazione). La riforma Franceschini prevede l’unificazione delle soprintendenze per i beni artistici con quelle per i beni architettonici e paesaggistici (quelle ai beni archeologici restano salve). Alle nuove soprintendenze verrebbero affidati solo compiti di tutela e formazione: un occasione per formare nuove leve nel sistema cultura.

Roma didatticaLa formazione ritorna protagonista , la formazione come esperienza di valorizzazione del patrimonio e quest’ultimo come potenziamento della formazione. Da questa idea il protocollo d’intesa Miur-Mibact che sancisce l’alleanza tra istruzione e cultura, protagonista indiscusso di questo accordo il sito archeologico di Pompei che si presta a diventare palcoscenico valorizzazione e formazione in alternanza scuola-lavoro (grazie alla riforma la buona scuola che investe 100 milioni per l’alternanza )un’esperienza formativa per 1000 studenti di 15 Istituti.

L’associazione FutureIsNow crede nell’importanza della valorizzazione e promozione della cultura e delle arti nel nostro paese.

Ma la consapevolezza di compiere azioni per la realizzazione di  beni e progettualità  culturali non viene solo dallo Stato ma anche dall’impegno consapevole dei privati  nuovi mecenati della patrimonio artistico e culturale italiano

Diego Della Valle Presidente ed Amministratore delegato del gruppo Tod’s  è tra i più noti mecenati moderni che l’Italia conosca, con il restauro del Colosseo attraverso lo strumento dell’Art Bonus ha ridato al mondo intero ed ai romani in particolare uno dei simboli della cultura a livello internazionale.

“Restaurare un monumento così importante, che è simbolo dell’Italia nel mondo, attraverso una forte sinergia tra pubblico e privato, è un esempio che vorremmo venisse seguito da altri, a partire dalle grandi realtà imprenditoriali italiane.

I Beni Culturali dell’Italia rappresentano un patrimonio di bellezze che nessun altro Paese può vantare; riportarli al loro splendore ci permetterà di attirare sempre più turisti nel nostro Paese e quindi creare imprese ed occupazione diffusa nel territorio, soprattutto occupazione giovanile: giovani che avranno un lavoro ed allo stesso tempo potranno contribuire allo sviluppo culturale ed economico del nostro Paese, orgogliosi di poterlo fare.

Questo non è un sogno, è vera realtà, basta volerlo fare davvero e farlo subito”,     Diego Della Valle

Un monumento che è stato protagonista nella storia dell’Italia e molto conosciuto anche per chi non è appassionato di storia nel resto del mondo, “Er Colosseo” è  stato un grande protagonista nell’industria cinematografica italiana ed internazionale, basti pensare a pellicole come:   “Vacanze Romane” o  al “Gladiatore”

Della Valle in un intervista rilasciata al quotidiano il Sole 24 Ore ha dichiarato: << Chi in futuro vorrà farsi avanti – ha precisato Della Valle – potrà farlo con maggiore facilità. Dunque, avrà meno alibi. Mi farò carico di chiamare all’appello amici imprenditori. Chiederò loro di inserire nei bilanci delle aziende risorse anche per aiutare il nostro patrimonio». (di Antonello Cherchi – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/IiPVhO)

Della ValleDiego Della Valle Intervistato da Roberto Napoletano agli  “Stati Generali della cultura 2015”

Le imprese non solo attori economici della crescita ma anche fattori sociali di crescita culturale del paese, Della Valle non è il solo ad aver compreso che i siti museali ed archeologici del nostro paese hanno bisogno del contributo dei privati   la famiglia Fendi che da anni si affaccia su una delle fontane più famose della capitale ha deciso di ridare vita a questo monumento finanziandone il restauro.

“È nostro dovere rendere omaggio alla città di Roma, che ci ha dato moltissimo ed è parte integrante del patrimonio creativo di Fendi” 

Silvia Venturini Fendi

http://www.fendi.com/it/the-magic-of-fendi/fountains

L’associazione FutureIsNow crede nell’importanza della valorizzazione e promozione della cultura e delle arti nel nostro paese per questo organizza a Roma annualmente “Stati generali dell’Arte Future Is Now”

Cosa sono gli stati generali dell’Arte:

“Stati Generali” è un progetto nato nel 2016 in collaborazione con il Primo Municipio di Roma , i giovani talenti, avranno l’occasione di esporre i propri lavori, e saranno selezionati da una commissione ad hoc. Quest’anno si darà ampio spazio anche alla musica, con la possibilità per i licei musicali di calendarizzare concerti ed attività all’interno del Festival e durante la giornata di inaugurazione.

Il Festival durante l’inaugurazione vedrà la presentazione dei giovani talenti vincitori della “Gara di idee elaborati grafici, installazioni ed opere Future” licei artistici e un laboratorio creativo e approfondimenti culturali. L’esibizione dei giovani talenti aprirà la seconda edizione del Progetto “ Stati Generali dell’Arte” che si svolgerà all’interno dello spazio del “ Centro Giovani” di Roma in Via della Penitenza n. 35, durante le esposizioni programmate, si terranno anche incontri per dare spazio alle idee e ai progetti dei ragazzi e degli artisti.

Il programma comprenderà una mostra di arte visiva di livello internazionale con opere messe a disposizione dalla collezione “ Future Is Now”, e dai partner, che vede al suo interno artisti internazionali che si sono cimentati in rappresentazioni tramite la pittura, la scultura e la fotografia.

Durante la serata conclusiva di questo percorso si esibiranno studenti dei licei musicali e ci sarà un buffet per gli invitati.

L’obbiettivo dell’Associazione è quello di donare alla collettività un luogo di confronto e di condivisione tramite laboratori artistici e strategie comunicative, basate sia sugli strumenti multimediali e sonori mostrando il talento dei giovani come futuro del paese.

Il progetto concilia e integra la dimensione cognitiva con quella della consapevolezza civica e dello sviluppo di una cittadinanza attiva. In questo senso esso rappresenta un momento determinante di crescita formativa sia nell’ambito delle conoscenze che in quello delle competenze.

Le iniziative del festival edizione 2017 si svolgeranno principalmente nelle due sedi  preposte a Roma:

Via della penitenza 35 trastevere 

Via Ludovico muratori 11rione monti

 

Alcuni esempi di  fondazioni che sostengono l’arte e la cultura in Italia

Associazione Amici del Colosseo

MUSEIMPRESA

fondazioneromamuseo

Fondazione Bracco

Fondazione Fendi

Fondazione Prada

 

L’associazione FutureIsNow crede nell’importanza della valorizzazione e promozione della cultura e delle arti nel nostro paese attraverso l’investimento di mecenati privati