Vorrei ma non posto: Barracuda in rete

“Vorrei ma non posto”, FINAS a Parma contro il bullismo

Istituzioni e società civile uniti nella lotta al bullismo e al cyberbullismo. A Parma una due giorni di confronto, presentazioni e testimonianze per responsabilizzare gli studenti su uno dei fenomeni giovanili più attuali e allarmanti.

Ripartono le iniziative di contrasto ai fenomeni di bullismo e cyberbullismo cui prende parte l’associazione culturale studentesca Future Is Now. Oggi e domani l’associazione sarà al Teatro Due di Parma, con il presidente Filippo Pompei, per presenziare al seminario formativo sul tema promosso dal Comitato Provinciale Unicef di Parma con il patrocinio del Comune di Parma e della Polizia di Stato. All’incontro partecipano la Dott.ssa Adriana Battaglia, esperta di bullismo e consulente del ministro Bussetti; il generale in congedo dell’Arma dei Carabinieri Luciano Garofano e i rappresentati della Polizia Postale.
Nel corso delle due giornate FINAS promuoverà la Guida al bullo 2.0, la presentazione del progetto pilota realizzato in collaborazione con il MIUR con l’obiettivo di fornire agli studenti una conoscenza condivisa dei fenomeni di bullismo legati soprattutto alla diffusione delle nuove tecnologie. Il progetto, pensato per essere dimostrato negli istituti scolastici, prevede la somministrazione di un questionario agli studenti attraverso l’uso degli smartphone e di un software di “polling”, con il quale le risposte anonime degli studenti vengono proiettate su una lavagna elettronica per essere poi discusse con gli alunni e, in una seconda fase, rielaborate come dati a fini statici da enti universitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *