Palermo chiama Italia: Future Is Now risponde

23 Maggio 2019 a Palermo per il XXVII anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio

Anche ques’anno l’associazione culturale studentesca Future Is Now ha preso parte a #PalermoChiamaItalia, la manifestazione promossa dal 2002 dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dalla Fondazione Falcone per commemorare l’esempio e il coraggio dei giudici Falcone e Borsellino e di tutti gli uomini di Stato che hanno perso la vita per la mano criminale della mafia. Circa 1.500 studenti hanno viaggiato sulla Nave della Legalità, salpata il 22 maggio dal porto di Civitavecchia e approdata la mattina successiva a Palermo, e oltre 50.000 studenti hanno partecipato alle iniziative organizzate in tutta Italia in occasione del XXVII anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio.

Giovedì 23 maggio, ricorrenza dell’attentato al giudice Giovanni Falcone e giornata dedicata ogni anno alle celebrazioni istituzionali, il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti ha parlato nell’Aula Bunker dell’Ucciardone, luogo simbolo del Maxiprocesso a Cosa Nostra.

Il ministro ha espresso l’importanza di difendere i valori civili della trasparenza e della legalità a partire dalle scuole, anche grazie al ripristino dell’insegnamento dell’educazione civica negli istituti di ogni ordine e grado. Ripristino fortemente sostenuto dall’associazione Future Is Now, che ha seguito l’iter legislativo sulla reintroduzione della materia a scuola fin dalla proposta del deputato leghista Massimiliano Capitanio. Da ancor prima che la proposta di legge venisse formulata, l’associazione è attiva sul territorio italiano con iniziative – come la campagna “Scuola Trasparente” – di educazione alla legalità, alla trasparenza e alla cittadinanza attiva rivolte a studenti, ragazzi, famiglie e personale scolastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *