Palermo Chiama Italia: Future Is Now presente

Palermo Chiama Italia 2018. FINAS incontra gli studenti a piazza Magione
La Nave della Legalità con oltre 1.000 studenti a bordo sbarca a Palermo per ricordare le vittime di mafia. 70.000 studenti da 10 regioni coinvolti in tutta Italia. Nel capoluogo siciliano manifestazioni, dibattiti, spettacoli e laboratori didattici ispirati alla promozione di una cultura della legalità dalla politica all’ambiente, alla salute e alla sicurezza stradale. FINAS presenzia con uno stand a piazza Magione per commemorare l’agente di scorta Emanuela Loi e presentare il progetto “Scuola Trasparente”.
23 maggio 2018, ventiseiesima edizione di Palermo Chiama Italia. Una grande cerimonia collettiva che vede protagonisti migliaia di giovani da tutta Italia, insieme ad artisti, esponenti della società civile, Forze dell’Ordine e personalità istituzionali, per una giornata all’insegna della cittadinanza attiva, della partecipazione sociale, del divertimento e della rievocazione storica al servizio di un futuro di responsabilità civile e legalità. Tra le associazioni presenti, l’associazione culturale studentesca Future Is Now è attiva con uno stand dalle 9 alle 15 nella storica piazza Magione, all’interno del quartiere Kalsa, dove i giudici Paolo Borsellino e Giovanni Falcone hanno trascorso la loro infanzia. Dallo stand vengono distribuiti opuscoli in ricordo di Emanuela Loi, giovane agente di scorta deceduta nell’attentato a Paolo Borsellino e soggetto della mostra allestita da FINAS per il progetto “Arte e Legalità” a bordo della Nave della Legalità.
Contestualmente, l’associazione Future Is Now presenta agli oltre 7.000 studenti presenti in piazza la campagna nazionale “Scuola Trasparente”, ideata dal Presidente Nazionale FINAS Filippo Pompei e inaugurata nell’anno scolastico 2017/2018. La campagna si propone di informare alunni, famiglie e personale docente sul diritto, riconosciuto per legge a ogni libero cittadino, di consultare gli atti amministrativi pubblici come strumento di tutela della legalità a partire dagli istituti scolastici. Negli scorsi mesi il progetto ha incontrato gli studenti di tutta Italia in un tour che ha fatto tappa in Umbria, in Sardegna e nel Lazio in occasione dei Festival dei Giovani di Gaeta, per illustrare i termini di legge e le procedure pratiche da mettere in atto per l’accesso ai documenti pubblici. Un tour che ha ancora tanti eventi in programma e che trova a Palermo, capoluogo di una terra dilaniata dalla criminalità organizzata, un approdo simbolico fondamentale.
È proprio l’opacità che ancora oggi caratterizza tanta parte delle procedure amministrative e burocratiche, infatti, a favorire l’infiltrazione di fenomeni criminali e mafiosi nel tessuto politico, economico e sociale del nostro Paese. A questo l’associazione Future Is Now risponde con la volontà di affermare con forza, all’interno dell’istituzione preposta all’educazione civica primaria delle giovani generazioni, il messaggio della trasparenza e della responsabilità nel pubblico ufficio.
Inclusione scolastica, trasparenza e legalità, con un’attenzione speciale all’importanza della parità di genere nella lotta alla corruzione. Questi i principi con i quali FINAS, associazione di giovani e per i giovani, presenta il proprio impegno a Palermo Chiama Italia 2018, accogliendo e rilanciando l’appello per una società virtuosa, capace di fare tesoro del proprio trascorso storico per un’evoluzione verso l’impegno di tutti in difesa del bene comune.
Sulla Nave sono state esposte in mostra le opere realizzate da Vittorio Di Vincenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *