Le persone

 Il Presidente

Presidente Nazionale

Vittorio Di Vincenzo nato a Roma appassionato di arte e cultura è il Presidente Nazionale dell’associazione.

Uno dei Protagonisti del film noisiamofuturo,  art director Iside Gallery  studente di scienze politiche all’Università La Sapienza di Roma. Nella direzione del centro giovani è da anni attivo nel mondo dell’associazionismo giovanile .

Esperienza maturata anche nel mondo della rappresentanza studentesca, ha iniziato a scuola come rappresentante d’istituto, è poi stato rappresentante  Consulta Provinciale degli studenti di Roma ed a livello nazionale ha ricoperto il ruolo di Responsabile Nazionale scuola StudiCentro ,  da anni è in prima linea per i diritti degli studenti.

Nel maggio del 2014  ha presentato al Sottosegretario di Stato all’istruzione Gabriele Toccafondi un testo denominato “Eccellenza italiana” per il rilancio dell’istruzione tecnica e professionale in Italia.”

Il dialogo con gli enti di formazione, le imprese attente alla sostenibilità sociale, e  con tutte le realtà dinamiche del paese che integrano il caring people con il welfare  valorizzando i giovani ed  il loro talento, è continuo. Crediamo nel paese dove siamo nati,  per molti giovani nel paese che li ha accolti, o che li ospita, orgogliosi della nostra nazione . Ci impegniamo per far rimanere i giovani nel belpaese , che in questi anni ha visto un emorraggia di talenti in molti campi, perchè il sistema paese non è stato in grado di trattenerli ed attirarne nuovi da altre nazioni.

Serve ridare voce e speranza ai giovani, che in questi ultimi anni vivono un clima di pessimismo a causa dell’alto tasso di disoccupazione e dell’elevata tassazione alle imprese private. Siamo in prima linea per ascoltare e fare da megafono ai giovani italiani, questo è uno dei motivi di partecipazione al festival dei giovani . Essendo tra i protagonisti del film noisiamofuturo ho potuto esprimere la mia opinione come giovane, ma migliaia di ragazzi e ragazze non hanno avuto questa possibilità. Stiamo raccogliendo la voce degli studenti di scuola ed Università insieme ai nostri stakeholder

Abbiamo scelto questi luoghi  perchè la formazione è la chiave per il futuro di ogni giovane, ma allo stesso tempo serve ridare loro fiducia nel domani e nel nostro paese. Vicepresidente associazione ” Repubblica romana, 1849 ’’

Ho partecipato  a numerosi tavoli tecnici al Miur relativi alla “Buona scuola”,  credo che sia necessario valorizzare maggiormente le competenze dei singoli nel sistema scolastico italiano!”

 

Vicepresidente:   Antonio Lovaglio

Lovaglio

Antonio Lovaglio, giovane imprenditore lucano, nato a Melfi (PZ) il 30 Luglio 1994 è il vicepresidente nazionale dell’associazione. Si appassiona sin dai primi anni di liceo alla politica, iniziando subito la militanza attiva all’interno di un partito, nel quale negli anni gli ha dato la possibilità di crescere politicamente e di ricoprire incarichi nazionali. Da sempre attivo nell’associazionismo, nel 2013 diventa consigliere della locale sede AVIS dopo essere stato per anni promotore di campagne di sensibilizzazione all’interno del suo Liceo.

Nel 2013, dopo essersi diplomato presso il Liceo Linguistico “Camillo d’Errico”, si iscrive alla facoltà di economia presso la sede romana della LUMSA ed è qui che entra in contatto con l’associazione studentesca StudiCentro. Nel 2014 viene nominato membro della Direzione Nazionale di StudiCentro e responsabile regionale della sezione lucana ed in questo periodo, grazie ad un sapiente lavoro di collaborazione con l’allora portavoce nazionale  e con il  responsabile nazionale scuola, presenta al Miur proposte riguardanti il rilancio ed il potenziamento della carta dello studente “IoStudio”.

Nel 2015 avvia la sua attività imprenditoriale nel settore fiorente della sua regione, l’agricoltura. La nascita di questa nuova realtà imprenditoriale gli dà la possibilità di partecipare a numerosi convegni sulla valorizzazione del “Made in Italy” e gli permette di mettere in pratica gli studi economici studiati fino ad allora.

Il Segretario Nazionale Filippo Pompei

C’era un paese che si reggeva sull’illecito. Non che mancassero le leggi, né che il sistema politico non fosse basato su principi che tutti più o meno dicevano di condividere. Ma questo sistema, articolato su un gran numero di centri di potere, aveva bisogno di mezzi finanziari smisurati (ne aveva bisogno perché quando ci si abitua a disporre di molti soldi non si è più capaci di concepire la vita in altro modo) e questi mezzi si potevano avere solo illecitamente cioè chiedendoli a chi li aveva, in cambio di favori illeciti
(I. Calvino, «Apologo sull’onestà nel paese dei corrotti», in La Repubblica, 15 marzo 1980)

Appassionato da sempre alla politica e all’associazionismo, ha cominciato a scuola nel 2009 dove è stato eletto alla Consulta Provinciale degli studenti di Roma e provincia (CPS), la più grande d’Italia. ” Sono stato in carica rappresentando il mio liceo per tre mandati come rappresentante alla consulta e d’istituto. Nel 2011 all’interno della consulta provinciale , stanchi degli estremismi e dell’immobilismo ho fondato insieme a Riccardo Cavaliere ed altri studenti moderati il gruppo Giovani Moderati Lazio per creare un’ alternativa concreta ai gruppi studenteschi presenti.”

Eletto presidente della commissione ambiente della Cps nel 2012 ha presentato  un importante testo di proposta per la rimozione dell’amianto dagli istituti di Roma e del Lazio.

Membro dal 2012 al 2015 del Forum nazionale dei giovani, componente della VII commissione cultura, università e ricerca. All’interno della commissione ha coadiuvato i lavori, contribuendo in modo significativo all’elaborazione di un documento contenente 5 proposte per scuola e università, proposte prioritarie per il paese, per ricercare un piano di rifinanziamento complessivo dell’istruzione pubblica a partire da cinque ambiti fondamentali quali:

  • Edilizia scolastica
  • Partecipazione e protagonismo studentesco
  • Istruzione tecnica e professionale e collegamenti tra saperi e lavoro
  • Diritto allo studio
  • Strumenti didattici e formazione degli insegnanti

Ha partecipato ai tavoli istituiti presso il Ministero delle politiche sociali, audito dal Ministro Giovannini riguardo l’attuazione del piano europeo “garanzia giovani” , portando una proposta contributiva in merito al programma.

Nel maggio del 2014 insieme a Vittorio Di Vincenzo ha presentato al Sottosegretario di Stato all’istruzione Gabriele Toccafondi un testo denominato “Eccellenza italiana” per il rilancio dell’istruzione tecnica e professionale in Italia. Del testo è stata informata il 14 di maggio anche la ministra Giannini, durante un incontro tenutosi presso il dicastero dell’istruzione.

“Ho partecipato  a numerosi tavoli tecnici al Miur relativi all’alternanza scuola-lavoro ed alla “Buona scuola”,  sono stato rappresentate per  l’associazione StudiCentro (uno dei tre soci fondatori) durante le audizioni con il Ministro Giannini e nelle commissioni cultura di Camera e Senato. Numerose proposte elaborate sono state inserite nelle deleghe attuative della “Buona Scuola”         ”

 

“Credo che dobbiamo tutelare maggiormente gli studenti che svolgono percorsi di alternanza scuola-lavoro e di apprendistato, i mestieri che rappresentano l’ eccellenza italiana vanno valorizzati a partire dalla formazione scolastica” Filippo Pompei 2013

Fin dal 2012 compresi che l’istruzione tecnica e professionale andava valorizzata, mi fu detto quelle sono scuole di serie B noi dobbiamo pensare a difendere i diritti degli studenti liceali, io non credo che esistono scuole di serie A e scuole di serie B ma solo l’istituzione scuola come soggetto formatore.  Per questo stiamo ascoltando gli studenti degli IIS/ISIS/ITC/ITS/IPSIA per valorizzare i percorsi di studio cosi da creare un solido ponte con il mercato del lavoro.

Segretario nazionale dell’Associazione Future Is Now

 

Fanti, Pompei ,LovaglioPresidente e SegretarioFestivalIl Presidente con la Polizia StradaleIMG

Responsabili rapporti Istituzionali:

anac_virgilio16-100

 

CdA:

Esmeralda Fanti

Vittoria Cardacino

Micol Meghnagi

Micol parla a Radio spazio Blu del nostri impegno nella lotta al bullismo
Micol parla a Radio spazio Blu del nostri impegno nella lotta al bullismo